Rai 1Rai Fiction

Il cibo in scatola

“Gli americani: mangiano gli spaghetti in scatola…”. Accompagnati da strani regali (latte condensato, uova in polvere, chewing gum ) i liberatori statunitensi furono accolti, almeno sul piano gastronomico, con sospetto, gente che godeva di grande abbondanza ma che trattava il cibo come un prodotto industriale qualsiasi, alla stessa maniera delle automobili, e che non riconosceva la superiorità degli alimenti freschi.

Da Rai Storia, Oggetti Smarriti dello storico Peppino Ortoleva: gli anni ’50 e l’innovazione del cibo in scatola.

Comments

comments

Commenti

Comments

Powered by Facebook Comments